Novità
19/06/2020 - Dacia Duster
Turbo GPL
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Dieci anni vissuti alla grande, scanditi da un successo crescente e travolgente. Dacia Duster era nata come una provocazione. Tanta roba a un prezzo di saldo, la prima crossover popolare senza se e senza ma. Ma essendo una macchina che bada al sodo e pesca tecnologia di primordine dalla banca degli organi Renault, è bastato poco tempo per fare breccia nei ceti più abbienti, per togliersi l’etichetta di low cost e venire considerata un acquisto intelligente, addirittura snob, perfino nella versione benzina-Gpl. Così l’auto che gli italiani, e non solo loro, aspettavano da tempo nel 2019 ha toccato il top: con quasi 44 mila unità immatricolate ha conquistato la medaglia di auto straniera più venduta in Italia.

Ora il suo brillante viaggio continua partendo dal Porto Traiano di Roma, l’ambiente ideale per lanciare una nuova versione benzina-Gpl e un nuovo allestimento dedicato ai 15 anni di vita del marchio. Corsi e ricorsi, perché da questo porto gli antichi Romani, i dominatori del mar Mediterraneo, raggiungevano la Dacia, annessa all’impero proprio da Traiano.

Il nuovo propulsore tre cilindri per 999 cc, eroga 100 cv e mette il turbo al Gpl. Sostituisce il 1.600 da 114 cv, che esce dal listino, e perde qualcosa in cavalli ma guadagna in coppia, aumenta le prestazioni e diminuisce i consumi e le emissioni. Consente, inoltre, di far fare alla Duster un bel salto tecnologico. I progressi sono numerosi. Il turbo è dotato di valvola wastegate elettronica e ha il collettore di scarico integrato nella testata del cilindro. Le valvole sono lavorate con tecnica Diamond Like Carbon per renderle estremamente resistenti e un sottile film di grafite riveste il pistone per facilitarne lo scorrimento.

L’impianto Gpl è fabbricato in Italia dalla LandiRenzo e viene montato direttamente in fabbrica. La bombola toroidale può contenere al massimo 33,5 litri di gas e si trova nella parte inferiore del bagagliaio, al posto della ruota di scorta. Se si somma l’autonomia offerta dal Gpl e quella del serbatoio benzina si arriva a 1.400 km, come dire da Courmayeur a Mazara del Vallo senza fermarsi a fare rifornimento, 250 km in più rispetto alla 1.600 Gpl e non c’è esempio migliore per quantificare il taglio dei costi d’esercizio. I responsabili Dacia ci tengono a sottolineare che il passaggio da Gpl a benzina o viceversa è impercettibile, e che le prestazioni a benzina e a gas non cambiano.

Duster rimane quella di sempre, una Suv di carattere, sicura, confortevole e poco ingombrante, lunga 434 cm, larga 180, alta 169, con un baule da 455 litri, sulla quale si viaggia anche in cinque. Nell’allestimento 15th Anniversary, spalmato su tutta la gamma delle vetture Dacia per festeggiare i 15 anni dalla fondazione, Duster vanta un rapporto valore-qualità-prezzo ancora più elevato.

La nuova tinta esclusiva Blu Iron per la carrozzeria, arricchita da stripping laterali, specchietti nero brillante, cerchi Maldive diamantati da 17 pollici, la rende attuale ed elegante. Salendo a bordo, senza usare la chiave, si scoprono i nuovi battitacco e un abitacolo dallo stile pratico e intelligente, con i sedili rivestiti in tessuto con impunture blu, i tappetini abbinati, il climatizzatore automatico e un navigatore ultima generazione con schermo da sette pollici. Alla sicurezza provvedono il radar di parcheggio, l’avviso di angolo cieco e una telecamera multivisione.

Il listino parte dai 14.150 euro di Duster Tce 100 Eco-G Essential mentre la versione 15th Anniversary costa 17.550 euro. In caso di finanziamento, prime sei rate a solo un euro, che sarà devoluto alla Protezione civile.

 

A Cura di: