Novità
19/11/2015 - EICMA 2015: Honda Africa Twin CRF1000L
Bicilindrica 1000 con 95 Cv per 208 kg
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

La nuova Honda Africa Twin, nome del progetto CRF1000L, si propone con una versatilità garantita innanzitutto dal motore bicilindrico frontemarcia da 998 cc leggero ed elastico. Il ridotto sviluppo in altezza del motore a carter semi-secco fa sì che la nuova Africa Twin abbia una luce a terra di ben 250 mm. Il cambio manuale a 6 rapporti sfrutta lo stesso sistema di selezione della CRF250/450R, che assicura cambiate precise e veloci, ed è dotato di frizione assistita con antisaltellamento. Oltre alla versione standard, è possibile scegliere la versione dotata di ABS e HSTC (Honda Selectable Torque Control). Il top di gamma è la versione con cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) dotato di funzionalità “G” per il fuoristrada, e anch’essa con ABS e HSTC.

 

Motore

Bicilindrico parallelo da 95 CV a 7.500 giri/min e una coppia massima di 98 Nm a 6.000 giri/min. Il manovellismo dell’albero motore è a 270°, la testata è di tipo Unicam a 4 valvole per cilindro e la lubrificazione a carter semi‑secco.

 

Cambio

La versione con cambio a doppia frizione DCT prevede una modalità di cambiata manuale ‘MT’ (Manual Transmission), che permette di cambiare le marce agendo sulle palette al manubrio, e due modalità automatiche ‘AT’ (Automatic Transmission), ‘D’ (Drive) ideale per massimizzare l’efficienza dei consumi e in viaggio, ed ‘S’ (Sport), per una guida sportiva e ora articolata su tre livelli, che possiamo definire ‘S1’, ‘S2’, ‘S3’.È presente ora anche un sensore di pendenza che permette alla centralina del cambio DCT di decidere con estrema precisione quando è meglio cambiare marcia, fornendo così la giusta spinta o il necessario freno motore procedendo in salita o in discesa.

 

Telaio e ciclistica

Le sospensioni Showa completamente regolabili sono abbinate a un telaio a semi‑doppia culla. L’Africa Twin ha cerchi a raggi da 21 pollici all’anteriore e 18 pollici al posteriore Il canale è da 2.15 pollici davanti e 4.00 pollici dietro. Il cerchio posteriore presenta la particolarità dei raggi ad attacco tangenziale sul lato sinistro del mozzo – per assicurare compattezza e leggerezza pur in presenza dei grandi parastrappi.

Le pinze freno in due pezzi ad attacco radiale mordono dischi flottanti da 310 mm. L’impianto frenante posteriore è composto da un disco wave da 256 mm e da una pinza a 1 pistoncino. Sulle versioni ABS, lo si può escludere al posteriore con un apposito tasto sul cupolino, ma si mantiene l’antibloccaggio all’anteriore.

 

Equipaggiamento e stile

La strumentazione con display LCD a retroilluminazione negativa è disposta verticalmente come sulle moto da rally. I gruppi ottici sono full-LED.

Per offrire la massima protezione dal vento mentre si viaggia – senza compromettere la visibilità in fuoristrada – il cupolino e il parabrezza sono integrati. Disponibile un parabrezza maggiorato: 90 mm più alto e 30 mm più largo.

 

Gamma e prezzi

La CRF1000L Africa Twin sarà disponibile in Italia per la fine dell’anno a partire da circa 12mila euro in tre versioni (Standard, ABS e DCT/ABS) abbinate a quattro colori, di cui due standard e due in edizione speciale:

Le colorazioni in edizione speciale si ispirano alle competizioni, da sempre nel DNA di Honda. La livrea ‘CRF Rally’, composta da Extreme Red e Victory Red, con la sella a tre colori ricalca la CRF450R Rally. La livrea ‘Tricolour’ è il dovuto omaggio alla leggendaria XRV750 Africa Twin, con l’inconfondibile bianco, rosso, blu e i cerchi color oro per celebrare il ritorno di questo amatissimo modello.

 

 

A Cura di:
Guarda la fotogallery