Novità
10/04/2020 - Ford Mustang Mach-E
La mitica sportcar si traveste da Suv
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

La storia dell’automobilismo è costellata di capisaldi su cui si basa la passione di milioni di persone. Modelli che si tramutano in miti, considerati irremovibili, come solide indelebili fondamenta. Poi c’è l’innovazione, quella ventata fresca, instabile per definizione. Ma la novità ha comunque bisogno di far leva su qualcosa di comprovato, di stabile. Attraverso questa premessa si può capire meglio la nuova Ford Mustang Mach-E.

Il colosso americano ha scomodato uno dei suoi miti universali per edificare una storia tutta nuova; la prima Suv completamente elettrica del marchio. Esempi di questo genere, in fondo, se ne sono già visti e alla fine tutto ha funzionato. Certo, è stato profanato un nome dal sacrario dell’automobilismo, qualcuno storcerà il naso, altri meno. Ma in fondo vuole essere solo un richiamo stilistico e sportivo, e Safe-Drive preferisce vedere l’omaggio al mito e non l’usurpazione.

Solo il tempo dirà se la nuova sport utility sarà degna di tanto nome. Per il momento la linea convince. I designer si sono mossi bene in un campo a dir poco minato. Nonostante l’altezza della carrozzeria, il risultato è estremamente filante tanto che la vettura appare più lunga di quanto non sia. Il trucco è presto svelato; un passo assai lungo, quasi 3 metri, che riduce al minimo gli sbalzi, e un montate posteriore dall’effetto assottigliato grazie all’utilizzo del colore nero che neutralizza la parte superiore, snellendo quella restante. Sul frontale riecheggia l’inconfondibile mascherina, con al centro il simbolo del mito, un marchio di fabbrica con la sola funzione estetica non avendo la propulsione elettrica nessuna necessità di raffreddamento a eccezione delle batterie.

La casa americana ha previsto una gamma formata da due differenti pacchi batterie nelle versioni Standard range o Extended range e due diversi tipi di trazione, posteriore o integrale. Le batterie agli ioni di litio hanno una capacità rispettivamente di 75,7 e 98,8 kWh, sono posizionate sotto al pavimento e sono raffreddate a liquido. Ampie le possibilità di ricarica, si parte dalla semplice presa domestica fino alla wallbox firmata Ford Connected adatta alle nostre abitazioni che consente di ricaricare circa 51 km di autonomia ogni ora. Se si ha davvero fretta basta individuare una colonnina da 150 kW, In Italia rara come un quadrifoglio in un campo di papaveri, e in 10 minuti si ottengono 93 km di autonomia.

Sostanziosa la cavalleria. L’entry level a trazione posteriore gode di 258 cv e 415 Newtonmetri di coppia con 450 km di autonomia, mentre se si scelgono le batterie Extended range le cose cambiano di molto. I cavalli diventano 285 e 600 i km di autonomia. La trazione integrale Awd, con doppio motore, è invece composta dalla versione da 258 cv e 565 Nm con 420 km di autonomia e da quella Extended Range da 337 cv e 540 km di autonomia. Sono dati di tutto rispetto, ma a rendere veramente onore al nome che porta arriva la versione Gt della già sportiva Mach-E. La trazione è integrale e la potenza massima si spinge fino a 465 cv con qualcosa come 830 Nm di coppia.  Per quanto riguarda l’accelerazione da 0 a 100 si parla di meno di quattro secondi.

La rivoluzione passa anche dagli interni dove la nuova era informatica tiene banco attraverso un mega display centrale da 15,5 pollici a dir poco vistoso. Ford punta alla semplicità di utilizzo con il debutto del sistema Sync di nuova generazione. Una intelligenza artificiale sfrutta la connessione permanente con la rete e fa di tutto per conoscere le abitudini del guidatore e agire di conseguenza. Non manca nemmeno il sistema di accesso della vettura attraverso lo smartphone.

Mustang Mach-E debutterà sul mercato durante la seconda parte del 2020 con prezzi che vanno da 49.900 euro fino a 57.500 per la quattro ruote motrici.