Novità
24/04/2020 - Honda Jazz
Rivoluzione ibrida
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Quando la vita tornerà alla normalità e l’emergenza sanitaria sarà finita certamente si godrà di rinnovati entusiasmi, di spinte creative e, perché no, anche di tanta voglia di divertirsi. E visto che l’automobile per gli spettatori di Safe-Drive è la passione senza se e senza ma sono molte le piacevoli novità pronte ad attrarli. Uno stimolo in più, forse, per cambiare auto e tuffarsi nel futuro attraverso le nuove sofisticate tecnologie. O un modo di coccolarsi un po’ dopo tanto rigore.

Chi avrà pazienza, la prossima estate potrà scoprire negli show room Honda la nuova Jazz in una versione ibrida evoluta e, per chi ama il genere, anche con un inedito taglio crossover che risponde al nome di Crosstar.

Va da sé che la più importante novità della quarta generazione di Jazz, grazie all’elettrificazione, riguardi principalmente i consumi che scendono a 4,5 litri ogni 100 chilometri. Il merito è del nuovo sistema ibrido detto e:Hev che affianca al 1.5 benzina i-Vtec due motori elettrici alimentati da una batteria agli ioni di litio. Il sistema raggiunge una potenza complessiva di 109 cv e 253 Newtonmetri, che permettono un’accelerazione da zero a 100 km/h in 9,4 secondi e una velocità massima di 175 km/h.

Nuova Jazz si può guidare in tre modalità differenti, secondo le necessità del momento, e qui sta il bello. Con la prima, detta Ev Drive, Jazz si muove esclusivamente attraverso i motori elettrici, a zero emissioni. Nella modalità Hybrid Drive, invece, è il motore a benzina, e non le batterie, a garantire elettricità al propulsore elettrico attraverso un generatore. Il sistema passa da un modo all’altro in autonomia, naturalmente in base alle necessità.

La terza è la modalità Engine Driver, quella ideale per le lunghe percorrenze, in autostrada, principalmente. In questo caso il motore a benzina è collegato direttamente alle ruote tramite una frizione di blocco. Il motore elettrico però non è completamente a riposo ed è pronto a intervenire offrendo il suo aiuto quando c’è bisogno di un’improvvisa accelerazione in più.

Il salto generazionale non si trova solo sotto il cofano. Un vistoso schermo sul cruscotto concentra le funzionalità più avanzate. Può essere configurato a piacimento, riprodurre lo smartphone anche wireless e servire da interfaccia per dialogare con l’assistente personale che risponde al richiamo vocale “Ok Honda”. Questa intelligenza artificiale è stata educata per garantire ogni tipo d’informazione attraverso la connessione alla rete.

Anche la sicurezza che deriva dall’utilizzo dei sistemi elettronici è stata notevolmente ampliata. Oggi troviamo una frenata automatica di emergenza con funzione notturna che rileva anche pedoni e ciclisti, il cruise control adattivo e il sistema di mantenimento della corsia. Alcuni allestimenti aggiungono il monitoraggio dell’angolo cieco e del traffico in avvicinamento, il limitatore intelligente di velocità, la regolazione automatica degli abbaglianti e il riconoscimento della segnaletica stradale.

Come detto Honda Jazz Ibrida sarà in vendita in Italia dalla prossima estate, con prezzi da 22.500 euro. La versione Crosstar prevede un unico allestimento Executive da 26.900 euro.

 

A Cura di: