Novità
19/06/2020 - Jeep Compass
Made in Melfi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

La Jeep Compass ora è più italiana. Da qualche giorno, infatti, è iniziata la produzione di questo modello nel sito Fiat Chrysler Automobiles di Melfi, dove già si produce la Jeep Renegade. Prima le unità destinate all’Europa erano costruite a Toluca, in Messico. I mesi del lockdown sono serviti a fare in modo che tutti i protocolli di sicurezza fossero correttamente implementati oltre al collaudo delle linee di montaggio fortemente robotizzate dell’impianto lucano, uno dei più innovativi del mondo. Si tratta di un altro tassello nel programma di investimenti da 5 miliardi di euro che Fca ha stanziato per le fabbriche italiane.

Car@Home, quindi, è un sistema di vendita digitalizzato del quale godrà anche la nuova Compass costruita a Melfi e destinata a tutti i mercati europei, che in occasione del trasloco intercontinentale ha fatto un bel salto in avanti nei campi della meccanica e della connettività. Nessuna modifica al design, solo il lancio di cinque nuove tinte della carrozzeria, Ivory Tri-Coat, Colorado Red, Blue Italia, Blue Shade e Techno Green, offerte in abbinamento con il tetto nero.

Non cambiano neanche le dimensioni: 439 cm di lunghezza, 181 di larghezza, 162 di altezza, 19,8 cm di altezza da terra mentre il bagagliaio passa da 438 a 1.387 litri ripiegando i sedili dietro.

Decisamente interessante il nuovo cuore, il quattro cilindri turbo benzina 1.300 cc. Questo propulsore si basa su una struttura modulare ed è disponibile con due livelli di potenza: 130 cv in abbinamento al cambio manuale a sei marce, 150 cv con cambio automatico a doppia frizione, entrambi con trazione anteriore. Un plus importante perché la prima Compass automatica a trazione anteriore potrà competere in un segmento del mercato Europa che vale 28 vendite su cento. Il nuovo 1.300 dotato di turbina con valvola Wastegate e di tecnologia MultiAir terza generazione offre prestazioni sorprendenti su strada e in fuoristrada e un’elevata facilità di guida. Inoltre riduce le emissioni di CO2 rispetto al modello che sostituisce fino al 27%, è conforme alla normativa Euro 6D Final e adotta un filtro anti-particolato. Per quanto riguarda i consumi, il 130 cv può percorrere più di 17 km con un litro di verde, il 150 cv anche 18.

Al nuovo cuore è stata abbinata una mente brillante. Per esempio attraverso l’app My Car si tengono sotto controllo lo stato di salute e i parametri dell’auto. My Remote apre e chiude le porte, accende le luci, trova il veicolo, controlla alcuni parametri quali velocità e aree limitate e avvisa nel caso in cui non siano rispettati.

Sul fronte sicurezza operano la frenata d’emergenza automatica, il controllo di corsia e quello della stabilità con sistema antiribaltamento, e in pacchetti vari si possono avere il monitoraggio dell’angolo cieco, l’acceleratore automatico che frena e accelera, la telecamera posteriore per la retromarcia, il parcheggio assistito.

Il listino della Compass made in Melfi va da 28.750 a 36.500 euro. Durante il mese di Giugno si può godere della soluzione finanziaria “Triplo Zero”, che permette di salire su una Suv Compass senza alcun esborso nel 2020, ma iniziando a pagare un canone di 369 euro al mese a partire da Gennaio 2021, in pratica con Zero anticipo, Zero interessi, Zero rate e la polizza “furto/incendio” inclusa.

A Cura di: