Prove
26/09/2019 - KIA 1.6 CRD IBRIDA
Speciale Mobilità 2.0
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

La Suv bestseller di Kia si rinnova. Gli ingegneri coreani non si sono risparmiati nell’apportare un restyling alla Sportage 2019 che parte dagli esterni, passa dall’abitacolo e arriva fin sotto al cofano dove debutta una motorizzazione elettrificata: un sistema Mild Hybrid (ibrido leggero) in grado di ridurre consumi ed emissioni. E’ questa la novità più importante che proietta la Sportage nel mondo delle auto green.

 

Per prima cosa occorre ricordare che una vettura con un gruppo propulsore ibrido leggero non va praticamente mai in elettrico puro se non per qualche decina di metri. Infatti seduti al posto di guida non si trova nessun comando che consenta di avere una modalità di guida totalmente elettrica. In compenso rispetto ai più sofisticati veicoli Full-Hybrid come la Toyota Prius, la Sportage pesa meno perché il pacco batterie è più leggero e tutti i componenti dell’elettrificazione sono meno invadenti.

Gli ingegneri Kia per questa soluzione ecologica hanno puntato su una batteria agli ioni di litio da 0,44 kWh a 48 volt, grande più o meno quanto una valigetta 24 ore, posta nella parte inferiore del bagagliaio. Quindi hanno collegato con una cinghia il motore elettrico, che funziona come una specie di turbo e aiuta nelle partenze e ripartenze e nelle accelerazioni, al motore a combustione da 116 cv.

 

Ecco cosa succede durante la guida. Quando si accelera e il motore elettrico entra in funzione la batteria manda la sua energia, circa 12 kW, per sostenere il motore termico che offre le prestazioni richieste consumando meno e tagliando l’emissione di gas nocivi. In decelerazione, cioè quando si frena o quando si rilascia l’acceleratore, l’hardware passa alla modalità generatore e ricarica la batteria.

 

Invece, per quanto riguarda il look, Sportage cambia nel frontale, ora più sportivo grazie al disegno del paraurti e alle nervature sul cofano. L’allestimento Gt Line offre i fari full led, così come i fendinebbia e i fari posteriori. Sulla versione top di gamma troviamo la caratteristica griglia Tiger Nose in colorazione gloss black e i cerchi in lega da 19 pollici a cinque razze. Grazie al disegno della fiancata, e al lavoro svolto in fase di progettazione, la linea risulta snella nonostante le dimensioni (448 cm di lunghezza, 185 di larghezza, 163 di altezza). Una nota di merito va allo spazio che permette ai passeggeri più alti di viaggiare in totale comfort. Molto se ne trova anche nel bagagliaio: da 480 litri a 1.470, con la seconda fila di sedili abbassata. Tanta la tecnologia a bordo: dalla telecamera che vede a 360 gradi all’acceleratore da crociera che frena e accelera come il veicolo che ha davanti. Comoda la telecamera anteriore e posteriore e il Lane Keep Assist, che durante la marcia mantiene il veicolo al centro della corsia.

Insomma, non è un’elettrizzata sofisticata ma gode di tutte le agevolazioni fiscali consentite dall’omologazione ibrida.

A contribuire ulteriormente all’abbattimento delle emissioni, la presenza dei nuovi filtri Scr attivi contro gli ossidi di azoto e in linea con le normative europee Euro 6D temp. Naturalmente la nuova Sportage ibrida a gasolio gode della garanzia Kia di 7 anni e ha un listino che parte da 28.000 euro.

Jacopo Mattei

A Cura di:
Guarda la fotogallery