Novità
19/03/2020 - Le novità Mercedes
Scossa vera per la stella tedesca
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Un Salone di Ginevra virtuale è stato il palcoscenico sul quale la Stella di Stoccarda ha svelato le sue novità per il 2020. A rubare la scena ci hanno pensato classica Classe E e la Suv GLA. La prima è stata sottoposta a un profondo restyling, non soltanto dal punto di vista estetico. Debuttano nuove tecnologie e motorizzazioni più efficienti. Diverso il discorso per la piccola Suv del marchio tedesco perché, con l’arrivo della nuova generazione, il cambio è netto.

Commercializzata dal 1993, la Classe E rappresenta un’icona fra i modelli Mercedes. Si tratta infatti di uno dei sei più venduti della casa, con oltre 14 milioni di unità acquistate da clienti sparsi per tutto il mondo. La nuova Classe E, che arriverà nelle concessionarie italiane a partire dalla prossima estate, si presenta rinnovata nelle linee, ancora più filanti, e nel frontale dove della vecchia berlina rimane davvero poco. Ora è una vera ammiraglia. La lunghezza di 492 centimetri e il passo di quasi 294 hanno permesso ai progettisti di ricavare molto spazio all’interno dell’abitacolo dove oltre al comfort, il vero protagonista è il lusso. Il pacchetto Energizing, per esempio, prevede sedili massaggianti in grado di effettuare micro movimenti continui per migliorare la postura degli occupanti.

Sotto al cofano motori benzina e diesel, abbinabili alla trazione 4Matic, e ibridi plug-in. Questi ultimi sono disponibili in ben sette varianti con trazione integrale o posteriore. Per la prima volta poi, arriva in gamma un motore benzina a quattro cilindri dotato della tecnologia Mild Hybrid che garantisce minori consumi ed emissioni e una potenza supplementare fino a 20 cavalli.

A proposito di potenza e cavalli, in attesa di vedere la variante più cattiva della berlina teutonica, la E63, Mercedes ha alzato il velo anche sulla nuova E53 Amg.

A differenza di Classe E, la nuova generazione di GLA è molto cambiata rispetto alla precedente. E’ diversa nelle dimensioni, con una scelta insolita ma che ultimamente non è poi così rara: è più corta. Di poco, circa 1,5 centimetri, che portano la lunghezza dell’auto a 441. Cresce invece l’altezza, maggiore di oltre dieci centimetri rispetto a prima; il che significa essere più autorevole, e anche  avere a disposizione più spazio per chi sta a bordo, ma soprattutto nel bagagliaio dove la capacità di carico raggiunge i 435 litri.

L’aspetto esterno è stato rivoluzionato attingendo molto dagli altri Suv del marchio e unisce linee levigate a un carattere sportivo. A bordo debuttano la nuova plancia e nuovi sistemi di aiuto alla guida, come l’assistenza di svolta o la prevenzione degli urti laterali in presenza di ciclisti. Diversa la possibilità di scelta per quanto riguarda le motorizzazioni, benzina o diesel, mentre è in programma l’arrivo della versione ibrida plug-in. Insomma il salone di Ginevra contagiato dal virus passa la mano, ma la Stella di Stoccarda non sta certo a guardare.

A Cura di: