Novità
15/05/2020 - Mercedes EQ Power
Ibride alla spina
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Non tutti hanno le stesse esigenze in fatto di auto ecologiche. Per questo motivo è molto complicato uscire dal labirinto delle offerte di auto elettriche sicuri di aver fatto la scelta giusta. Perché le formule di elettrificazione sono tante, strane e non aiutano. Per esempio, ci sono le ibride che godono dei benefici delle elettriche, ma che fanno solo qualche metro a emissioni zero. Ci sono, poi, le auto solo elettriche, ma per chi fa due volte alla settimana Torino-Firenze e ritorno hanno il tallone di Achille dell’autonomia.

Mercedes, ovviamente, offre tutte le sfumature dei modelli green, e nel 2022 si vanterà di averne 130, cioè l’intera gamma. Un’offerta progettata su misura per ciascun paese, tenendo presenti le differenze dei vari mercati: in Norvegia al top l’elettrica pura, negli Stati Uniti, al top i motori a benzina e poi gli elettrici, in Russia, i Diesel e i benzina e dopo gli elettrificati. In Italia? Con la penuria di colonnine che c’è, la soluzione elettrica caldeggiata da Mercedes per gli automobilisti sensibili al messaggio di Greta Thunberg è Eq Power ibrida plug-in. Per parlarsi chiaro: ibrida ricaricabile anche alla spina di casa o dell’ufficio.

Già ora l’offerta di ibride ricaricabili con la stella sulla mascherina è ampia. Il listino parte dai circa 40mila euro per una compatta della Classe A, che nella versione 250 benzina plug-in garantisce un’autonomia di oltre 70 km in elettrico, alle grandi Suv come Glc 300 e Gle 350de, che supera i 100 km di percorrenza sfruttando esclusivamente il motore elettrico, fino alle autorevoli berline C 300, Classe E, Classe S 560.

Sulla strada per arrivare alla mobilità puramente elettrica, le ibride ricaricabili, sostengono a Stoccarda, rappresentano la tecnologia di collegamento chiave, l’anello di congiunzione tra passato e futuro. Nell’ibrido ricaricabile, infatti, le caratteristiche positive dell’azionamento elettrico e del motore a combustione si completano a vicenda e compensano le lacune dei rispettivi sistemi.

In che modo? L’ibrida ricaricabile è in pratica due auto in una. Elettrica pura quando attraversa il centro delle città quasi senza emissioni. A benzina o Diesel quando il viaggio prevede chilometri e chilometri di strada e può rifornirsi di carburante in pochi minuti. Insomma, l’ansia da autonomia non è qualcosa che i driver di vetture ibride plug-in devono affrontare.

Il modello che lascia a bocca aperta è senz’altro la Suv Gle 350de, trazione integrale e trasmissione automatica, nuovo punto di riferimento della tecnologia plug-in hybrid EQ Power di terza generazione. Grazie alla sua batteria da 31,2 kWh, a un motore elettrico da 100 kW abbinato a un quattro cilindri Diesel da 1.950 cc per una potenza combinata di 320 cv, la regina dei Suv può viaggiare per oltre 100 km in modalità 100% elettrica, con un consumo ponderato di 1,3-1,1 litri di gasolio per 100 km ed emissioni di Co2 contenute in appena 34-29 g/km. Il portafoglio risparmia sul costo del carburante, l’ambiente ringrazia. Il listino parte da 80.080 euro.

 

A Cura di: