In Evidenza
17/07/2020 - Mini Challenge 2020
Si riparte!
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

E’ tempo di go-kart feeling. La nona edizione del monomarca Mini Challenge è infatti ai blocchi di partenza.

In questa fase di ripresa delle attività sportive, il marchio Mini è pronto a tornare in pista, supportato anche in questa occasione da Aci Sport Italia, naturalmente nel rispetto dei protocolli emanati dalla Federazione Automobilistica, che prevedono lo svolgimento delle gare a porte chiuse.

Formula vincente, non si cambia. Anche nella stagione che prenderà il via nel weekend del 18 e 19 luglio all’Autodromo internazionale del Mugello, i team saranno sponsorizzati dai concessionari Mini e da Promodrive, mentre la “cornice” agonistica sarà ancora una volta quella degli Aci Racing Weekend.

Ulteriori conferme arrivano anche sul fronte dei bolidi che saranno impegnati nell’edizione 2020 del Mini Challenge, ovvero la Mini John Cooper Works Challenge Pro e la Mini John Cooper Works Challenge Lite.

Entrambi i modelli sono stati realizzati sulla base della Mini John Cooper Works tre porte; la versione Pro sprigiona una potenza di 265 cv mentre la Lite arriva ad un totale di 231.

L’allestimento è naturalmente specifico racing, basato su un Aerodynamic Kit e su un Safety Kit indispensabili per incrementare sia le prestazioni sia la sicurezza.

E ora un’occhiata al format del weekend di gara, che prevede due turni di prove libere per una durata complessiva di 50 minuti, ai quali faranno seguito una sessione di qualifiche di 30 minuti e due gare da 25 minuti più un giro ciascuna.

 

Il calendario del Mini Challenge 2020, come già accennato, prenderà le mosse dall’autodromo del Mugello il 18 e 19 luglio, per proseguire il primo e il 2 agosto al Misano World Circuit, il 29 e 30 agosto all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, il 19 e 20 settembre al “Piero Taruffi” di Vallelunga e il 17 e il 18 ottobre a Monza, per il gran finale di stagione.

L’assegnazione del punteggio ricalcherà lo schema degli anni passati, nel caso del Challenge Pro otterranno risultati validi per la graduatoria di campionato i primi 10 classificati mentre nella Serie Lite ad ottenere punti validi saranno solo i primi sei al traguardo.

Un punto in più è previsto per chi realizzerà la pole position e per chi farà segnare il giro veloce in ciascuna delle gare.

Come sempre, anche il montepremi del Mini Challenge è a dir poco consistente e così suddiviso, rispettivamente 800 e 575 euro per i vincitori di gara 1 e gara 2 Pro e Lite. Il montepremi del campionato assegnerà invece 6.000 euro al vincitore del Challenge Pro e 3.000 euro a quello della Lite.

Un’ultima novità, di grande peso, è data dalla nascita della Mini Challenge Academy rivolta ai piloti under 25 e partecipanti al campionato Mini Challenge Lite.

I driver più giovani saranno seguiti da tutor esperti di Promodrive con l’intento di poter maturare la propria esperienza agonistica anche in vista del possibile impegno in categorie superiori. Il progetto è sostenuto da Mini Italia in collaborazione con Mini Milano e Mini Roma.

Ed ora è davvero tutto pronto, semaforo verde per il Mini Challenge all’autodromo del Mugello il 18 e il 19 luglio.

A Cura di: