Novità
15/01/2016 - MINI John Cooper Works Cabrio
Come gustarsi 231 cv a cielo aperto
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

 

Sportività “en plein air”.

La terza generazione di Mini completa la propria gamma con l’ultima arrivata: la John Cooper Works Cabrio. La versione più sportiva perde il tetto a favore della classica capote in tela che ora utilizza il nuovo sistema di apertura elettrica, attivabile anche fino a 30 km/h con un semplice tasto mentre la parte superiore scorrevole è ripiegabile a tutte le velocità.

Più spaziosa e confortevole.

Cresce nelle dimensioni, 3,87 metri di lunghezza, e nel passo, ora di 2,49 metri tutti a favore dei passeggeri e del vano porta bagagli che carica a capote aperta 160 litri, estendibili a tetto chiuso a 215. Di serie gli schienali ribaltabili separatamente, la funzione Easy Load e l’apertura più ampia per i carichi passanti con la novità del portellone posteriore che si apre verso il basso. Sempre presenti i rollbar di sicurezza ma totalmente “nascosti” e collocati dietro i sedili posteriori, con attivazione automaticamente in caso d’incidente.

JCW sinonimo di high performance.

La piccola cittadina si trasforma in una vera sportiva grazie all’unità turbo sovralimentata 4 cilindri di BMW da 2.0 litri e 231 cv con 320 Nm di coppia; che le permette di raggiungere la velocità massima di 242 km/h con uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 6,6 secondi con il cambio automatico a sei rapporti (6,6 con il cambio manuale sempre a sei rapporti). Per frenare tanta potenza la Mini JCW Cabrio è equipaggiata con l’impianto frenante sportivo Brembo, con cerchi in lega da 17 pollici di serie ma, a richiesta, è possibile installare cerchi da 18’’ e sospensioni elettroniche Dynamic Damper Control. I consumi dichiarati sono di 5,9litri per 100 km ed emissioni di CO2 pari a 138g/km per la versione con cambio automatico e di 6,5 litri per 100 km e 152 g/km per la versione con cambio manuale.

Livrea dedicata.

Come per tutte le versioni griffate JCW la livrea è dedicata e specifica come per i suoi interni: nuovo paraurti con prese d’aria maggiorate all’anteriore, griglia verniciata, proiettori a Led, minigonne e sottoporta più marcati ed il tradizionale doppio scarico centrale. All’interno troviamo dei sedili sportivi con finiture ricercate e cuciture a contrasto, l’head-up display con il sistema di infotainment Mini Touch ed una nuova “chicca”: il sistema per calcolare il tempo di guida a tetto aperto denominato Always Open Timer.

Quando e quanto.

La Mini John Cooper Works Arriverà nelle concessionarie italiane ad inizio marzo con un prezzo di listino pari a circa 35.000 euro.

 

 

A Cura di:
Guarda la fotogallery