Novità
17/07/2020 - Peugeot veicoli commerciali
Tutti elettrici entro il 2021
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Emmanuel Macron mette a disposizione dell’industria automobilistica francese 8 miliardi di euro per sviluppare piani e veicoli di mobilità sostenibile e immediatamente Psa (Citroen, Ds, Opel, Peugeot) afferra la palla al balzo.

Xavier Peugeot, direttore della divisione veicoli commerciali elettrici del gruppo, annuncia in video-conferenza che “entro il 2021 tutti i mezzi per il lavoro costruiti da Psa saranno elettrificati”.

A rompere gli indugi è il nuovo Peugeot e-Expert, al quale si accoderanno presto Citroen e-Jumpy, Opel e-Vivaro. Forte del suo successo commerciale, con oltre 195mila veicoli prodotti sin dal lancio avvenuto nel 2016, e-Expert ora totalmente elettrico si presenta con due livelli di autonomia, 230 e 330 km nel ciclo di omologazione denominato Wltp, quello più vicino alla realtà.

La sua missione è quella di rendere le attività quotidiane di professionisti, artigiani e commercianti più facili e più comode, grazie alle porte laterali scorrevoli elettriche, che consentono di accedere all’abitacolo anche con le mani occupate, alla panchetta a tre posti Moduwork e al Visiopark con retrocamera a 180 gradi che facilita parcheggiare. Promette inoltre spostamenti urbani più agili, senza vibrazioni, rumori, cambi marcia, odori o emissione di CO2, con la possibilità di entrare nella maggior parte dei parcheggi coperti grazie all’altezza limitata a 190 cm.

e-Expert, offerto in tre lunghezze, compatto, medio, lungo, non è solo ecologico perché viaggia grazie a un elettromotore che inquina pochissimo, ma attuale poiché utilizza le tecnologie di comunicazione più innovative accessibili da smartphone. Da remoto quindi si può avviare o differire la carica della batteria, trovare un punto di ricarica nei dintorni, conoscere il migliore tragitto per arrivare a destinazione tenendo conto dell’autonomia residua.

“Appena sei mesi fa avevamo annunciato un’inedita gamma di van per il lavoro completamente elettrificata. Con grande piacere possiamo adesso confermare i nostri obiettivi”, ha detto Xavier Peugeot, “Questo passo ci consentirà di rispettare al 100 per cento le nuove norme antinquinamento europee. L’obiettivo del Gruppo Psa rimane comunque quello di fornire libertà nei movimenti a tutti i clienti nonostante le nuove e più restrittive norme applicate in particolar modo nei centri delle città. Noi vogliamo permettere a tutti di lavorare e di muoversi con la massima libertà rispettando le regole”.

La mobilità elettrica, almeno come la intendiamo oggi, rimane tuttavia solo una tappa e il futuro già intravede e analizza scenari diversi. Lo conferma Xavier Peugeot secondo il quale “il gruppo francese non investirà sull’ibrido, ma punterà all’idrogeno”.

I veicoli a idrogeno e pile a combustibile, le “fuel cell”, sono elettrici a tutti gli effetti, ma producono al proprio interno l’elettricità necessaria alla trazione, attraverso una reazione elettrochimica. “Potrebbe essere la soluzione ideale in termini di autonomia ed efficienza”, ha concluso Xavier Peugeot, “ma al momento si tratta di una tecnologia molto costosa.

A Cura di: