Novità
17/04/2020 - Sorento, ammiraglia Kia
Lusso, connettività, eco
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Arriverà in autunno l’ultima generazione di Kia Sorento. Nuovo look, tecnologia all’avanguardia e motorizzazioni di ultima generazione, incluse varianti ibride e plug-in. A seguirne la presentazione internazionale in streaming su Facebook , il 19 marzo, c’era una numerosissima tribù tra appassionati, addetti ai lavori, giornalisti, curiosi. La ragione è facile da scoprire. Sorento è come un termometro che misura l’aumento del consenso e dell’autorevolezza di Kia. “E’ uno dei prodotti che hanno fatto la storia di Kia in Italia. All’inizio nel 2002 era una fuoristrada grande e funzionale con un prezzo aggressivo, ora siamo pronti a farla conoscere in una veste innovativa, quella di un’esclusiva Suv al passo con i tempi grazie all’offerta di propulsori a tecnologia ibrida”, dice Giuseppe Bitti amministratore delegato di Kia Motors Italia.

Di che pasta sia fatta lo si vede subito. Sposa un nuovo design che la trasforma in una Suv-crossover tutta grinta e sportività, a cominciare dalla calandra Tiger Nose, a naso di tigre, decisamente più grande e solidale con i fari Led dalla forma sottile. Un dinamismo che sprizza da dettagli hi-tech, dalle prese d’aria che spiccano in basso nel paraurti e poi si ritrova nella fiancata dove si notano il classico disegno triangolare del montante posteriore e gli ampi passaruota che ospitano cerchi in lega anche da 19 pollici. Nel portellone, che si apre automaticamente, attirano l’attenzione i gruppi ottici verticali sdoppiati e, più sotto, il paraurti spigoloso e due scarichi finti per enfatizzarne la sportività.

Se nel 2002 Sorento forniva agli occupanti uno spazio pratico, robusto e funzionale, oggi l’obiettivo è offrire qualcosa di sorprendente, desiderabile e confortevole, in altre parole il salotto più elitario di tutta la gamma Kia. Seduti al volante si provano le medesime sensazioni di un pilota professionista. Il cruscotto digitale da 12,3 pollici e il display a sfioro da 10,25 del sistema infotainment danno la sicurezza di avere tutto nel quadro visivo. Non mancano le compatibilità con Apple CarPlay ed Android Auto.

Una chicca? Il dispositivo Mood Lighting con cui si sceglie tra 64 colori e si regola l’illuminazione ambientale creando una sensazione da lounge. Un carica batterie per smartphone wireless è inserito alla base della console centrale, mentre è disponibile un potente sistema audio surround Bose con 12 altoparlanti. Selezione raffinata ovviamente per i materiali dell’abitacolo, che fonde finiture metalliche, rivestimenti in pelle, nappa o tessuto, sia mono sia bicolore, e superfici in rilievo effetto satinato.

Sorento 2020 sarà dotato di propulsioni ibride con tecnologia sia Full Hybrid sia Plug-in. In particolare, Sorento Hybrid si caratterizzerà per un powertrain che abbinerà un turbo benzina T-GDi da 1.6 litri a iniezione diretta a un elettrico da 44,2 kW alimentato da una batteria da 1,49 kWh. Sarà in grado di erogare 230 cv e 350 Newtonmetri di coppia. La potenza verrà trasmessa alla ruote mediante un cambio automatico a sei rapporti e la trazione potrà essere anteriore o 4×4. La nuova Suv avrà a listino anche una versione a 7 posti. Lunga 481 cm, offrirà una capacità di carico sino a 821 litri (7 posti) o sino a 910 litri (5 posti) e più spazio per i passeggeri della terza fila.

Insomma, chi salirà sulla Sorento potrà assaggiare già oggi la qualità dei viaggi del futuro. Con i sistemi Adas di livello 2 si avranno esperienze da auto che guida da sola, la sicurezza sarà pari a quella del caveau di una gioielleria blasonata e con la connettività si potranno scoprire itinerari alternativi per battere il traffico, ascoltare radio Dab e raggiungere il distributore più vicino quando si è in riserva. Ma anche trovare la temperatura ideale quando si sale in vettura e fare manovre con il telefonino. Sì, non solo una Suv per famiglie numerose e benestanti, anche per un top manager Sorento potrebbe rivelarsi una scelta assai azzeccata.

 

A Cura di: