Prove
02/02/2017 - Volvo V40
La compatta sobria ed elegante
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Il 2016 per Volvo è un anno sicuramente importante: sono stati lanciati due nuovi modelli come la S90 e la V90 certo, ed è stato effettuato un restyling della V40, ovvero V40 è il modello Volvo più venduto in Europa. Andiamo a scoprire quali sono le novità apportate alla berlina compatta svedese.

A livello estetico all’esterno cambia poco: si è voluta mantenere quella linea pulita ed elegante che ha contribuito al successo del modello. Le uniche cose che variano sono la griglia, cromata e  ridisegnata, e i proiettori full led ribattezzati “Martello di Thor”, soluzione già adottata sulle sorelle S e V 90 e che andrà a contraddistinguere tutti i modelli futuri di Volvo. Gli altri aggiornamenti derivanti dal restyling riguardano la personalizzazione della vettura: sono stati inseriti infatti cinque nuovi colori di carrozzeria e otto nuovi cerchi. Le dimensioni rimangono invariate rispetto al passato: 437 cm di lunghezza, 178 di larghezza e 142 in altezza, con un bagagliaio leggermente meno capiente delle concorrenti che varia da 324 a 1.021 litri.

Come da tradizione Volvo i materiali utilizzati per gli interni sono pregevoli: i rivestimenti nella zona della plancia sono morbidi e le plastiche più dure posizionate nella zona dei comandi manuali trasmettono una sensazione di affidabilità e robustezza. Nonostante questo sia un aggiornamento di metà carriera troviamo ancora delle soluzioni ormai datate, come l’ingombrante tastiera numerica che rende il design interno confusionario. La strumentazione è totalmente digitale e ben studiata, e le sedute sono comode e avvolgenti. Dietro lo spazio non è moltissimo, e mancano  prese elettriche e bocchette d’areazione.

Eccoci a bordo della V40, la versione che abbiamo in prova è il 2.0 diesel da 120 Cv in grado di arrivare a una velocità massima di 190 km/h e scattare da 0 a 100 in 10,5 secondi. L’erogazione della potenza è dolce, si guida in maniera fluida grazie anche alla frizione che non è troppo pesante. L’assetto è morbido, si viaggia bene anche se si trovano buche o pavé, e lo sterzo abbastanza preciso unito alle dimensioni compatte della vettura rendono rapido l’inserimento nelle curve. La visibilità anteriore è buona, pecca invece quella posteriore, dove i montati di forma allargata ostacolano sia durante la guida che durante i parcheggi. Ottimi i consumi, con una media di 18 km/l. L’offerta di dispositivi di sicurezza è ampia spaziando dal park assist pilot in grado di parcheggiare in modo autonomo, al city safety che monitora il rischio di collisione fino a 50 Km/h attivando automaticamente la frenata.

Insomma V40 è la compatta premium ideale per quelle persone in cerca di un’auto sobria ed elegante, senza troppe esigenze in termini di spazio. La vettura è già presente in tutti i concessionari Volvo con prezzi che partono per la versione benzina da 25270 euro e da 24440 per la diesel.

A Cura di:
Guarda la fotogallery